Foto di Loco Dice

Artista

Loco Dice

german techno
minimal tech house
minimal techno
tech house

Biografia

Loco Dice è senza dubbio uno degli artisti di musica elettronica più rispettati della scena. In consolle dalla fine degli anni 90, il suo groove è chiaramente influenzato dalle sue radici hip hop. Il suo stile invece è stato forgiato dai molti anni passati in pista, durante i quali ha assimilato tutti i suoni e gli stili in cui si è imbattuto. Dai leggendari Dances into May al Panorama Bar di Berlino con set che non sono mai durati meno di 6 ore, all’Under 300 Tour in alcuni dei più iconici club underground europei, fino al set di 24 ore allo Space di Miami. Co-fondatore di Desolat, una delle etichette più rinomate della scena, è anche stato resident del Circoloco al DC-10, di Used & Abused all’Ushuaïa e nella terrazza dell’Amnesia, ed ha portato le sue feste itineranti Hyte, note soprattutto per le maratone di Capodanno, in giro per il mondo. Ha avuto release su etichette di livello quali Cadenza, Cocoon e M_nus, oltre a varie collaborazioni con marchi di moda. Loco Dice è uno di quegli artisti eterni, capace di fondere diversi mondi in uno, che non può essere etichettato esclusivamente come techno o house, mantenendo sempre il focus sul suo suono. Loco Dice, in origine Yassine Ben Archour, è nato il 10 Agosto 1974 a Düsseldorf, Germania, da genitori tunisini. Da bambino, adorava ascoltare musica soul e funk con la madre, specialmente quando andavano in vacanza in Tunisia. È lì che iniziò la sua collezione di dadi, raccogliendo quelli del backgammon del nonno. Ed è da lì che è arriva il suo famoso soprannome, combinato con Loco, per il suo periodo a Ibiza alla fine degli anni 90. Ma prima, a Düsseldorf, spese la sua gioventù nella cultura hip hop fra graffiti, rap e, soprattutto, andando in tour con Ice Cube. In quegli stessi anni, con già delle release nel suo catalogo, Death Row Records riconobbe il suo talento proponendogli di andare in tour con Snoop Dog. Tutto questo lo preparò a gestire folle enormi, per cui è infatti sempre di trovare l’atmosfera giusta. Ore e ore di ricerca e pratica portarono Loco Dice verso il mondo del mixaggio e, dopo aver scoperto la musica elettronica nel 1998, decise di iniziare una nuova carriera da zero. Non passò molto prima di iniziare il suo primo tour mondiale insieme a Timo Maas, mentre Martin Buttrich lo introdusse al mondo dello studio e della produzione di musica elettronica. I primi successi arrivarono nel 2002 quando pubblicò “Phat Dope shit”, seguita da altre release su etichette di spicco, assieme a remix per artisti del calibro di Moby, Kevin Saunderson, Boys Noize, Skrillex e Black Coffee. Nel 2006 pubblicò diverse tracce su Cadenza, Cocoon, Ovum e M_nus, alcune delle label più rispettate della scena. Nello stesso anno, trasferitosi a Brooklyn assieme a Martin Buttrich, co-fondarono la loro label Desolat. Qui ha pubblicato e creduto in artisti come Guti, Francisco Allendes e Yaya. Il tempo trascorso a New York venne raccontato nell’album di debutto “7 Dunham Palace”, pubblicato nel 2007, e da una serie di foto scattate da Martin Buttrich e Loco Dice stesso, mentre lavoravano all’album. Chiunque abbia visitato Düsseldorf nel 2008, potrebbe aver avuto la fortuna di visitare la loro mostra fotografica. Il secondo album di Loco Dice, “Underground Sound Suicide”, venne pubblicato nel 2016 su Ultra Music, includendo collaborazioni con grandi artisti fra cui Neneh Cherry, Just Blaze e Giggs. L’estate del 2017 segnò la nascita di Serán Bendecidos, la sua nuova serie di feste sviluppata attorno al concetto di comunità e famiglia. Gli ospiti delle serate sono infatti amici dell’ultimo decennio più nomi nuovi, ovviamente. L’anno successivo, Serán Bendecidos venne pubblicato anche come album su Desolat, che rimane una delle etichette longeve e di spicco dell’industria. Negli anni più recenti, grazie al suo progetto laterale FKD, è stato in grado di trovare il giusto punto d’incontro fra musica elettronica e hip hop, senza considerare solo techno e house. E come se la musica non fosse abbastanza, è anche interessato all’immaginario visivo e alla moda. Ha preso parte al progetto del videogioco per la PlayStation 2 “Deck & FX”, ed ha collaborato con marchi di moda come Daily Paper e New Era. Inoltre, ha composto la musica per le sfilate del 2019 e 2020 di County of Milan di Marcelo Burlon, durante la Milano Fashion Week. Il 2020 ha anche segnato per Loco Dice il lancio della sua seconda label: En Couleur, dove pubblica le sue produzioni e tutti i tipi di collaborazioni con amici e altri artisti. È per tutti questi progetti, la sua passione, il suo carisma e la sua abilità nel mixare e nel produrre in studio che Loco Dice è riconosciuto come uno degli artisti più innovatori e orientati al futuro della scena.

Loco Dice